sabato 25 settembre 2010

Il militare ed il credito formativo

Direttamente da "Libero News":

Mariastella Gelmini stringe un altro accordo in materia scolastica. Questa volta, però, non si tratta di uno stanziamento a istituti o università come quello ufficializzato mercoledì dal ministro Tremonti, bensì di un patto con il ministro Ignazio La Russa per varare un corso chiamato "allenati per la vita", ossia una sorta di addestramento fatto di percorsi ginnici-militari, lezioni di tiro con la pistola ad aria compressa e giochi tra pattuglie di studenti.

E' tutto molto bellissimo, alleniamo i ragazzi alla vita militare, rendiamo vive le idee di i Robert A. Heinlein in Fanteria dello spazio. Facciamo diventare questi smidollati dei bravi cittadini.

Poi si hanno due ottimi effetti collaterali, il bullo che prima veniva bocciato per mancanza di crediti e picchiava senza metodo, ora con un buon corso militare può essere promosso e picchiare con cultura, dall'altra parte il picchiato che prima doveva subire ora può difendersi e perché no, magari anche vendicarsi di tutte le angherie subite migliorando la media scolastica.

Finalmente stiamo diventando un paese civile, religione a scuola a partire dall'asilo ed educazione militare, il prossimo passo è l'insegnamento del creazionismo.

Suggerisco ai nostri due cari Mariastella e Ignazio la lettura delle avventure di Eymerich l'inquisitore, chissà che non trovino degli spunti interessanti per il prossimo parto delle loro menti.

Ed io che sono pastafariano.

Etichette: , , , , , , , , ,

1 Commenti:

Blogger Nicho ha detto...

Presto lo insegneranno il creazionismo a scuola, visto che secondo il vicedirettore del CNR l'evoluzionismo è un mito che si sta sfaldando..
Ti stupisci ancora di qualcosa?

5 luglio 2011 14:26  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page